Skip to end of metadata
Go to start of metadata

Note generali

Apache OpenOffice 4.1.0 contiene nuove funzionalità e correzioni di bug. L'aggiornamento è consigliato per tutti gli utenti di Apache OpenOffice 4.0.1 o versioni precedenti. Apache OpenOffice 4.1.0 si può scaricare dalla pagina di download ufficiale.

Il presente documento contiene informazioni importanti sulle novità di questa versione e su tutto quello che gli utenti devono sapere per poter effettuare l'aggiornamento senza problemi.

Oltre all'inserimento delle nuove funzionalità sono anche stati corretti numerosi bug: fare riferimento a Bugzilla per l'elenco completo dei bug risolti.

Sono stati effettuati miglioramenti nell'ambito dell'interoperabilità e aggiornate le traduzioni.

Avviso importante per gli utenti Mac OS X: OpenOffice supporta solo Mac OS X 10.7 o successivo.

Nuove funzionalità

Commenti/Note collegati a frammenti di testo

In Writer è ora possibile inserire commenti e note non solo in punti precisi del testo, ma anche collegandoli a paragrafi o gruppi di parole in generale.

Questa funzione fa parte dello standard ODF 1.2 e tra l'altro migliora la compatibilità con il formato OOXML (usato dalle versioni recenti di Microsoft Office). Il codice è stato adattato dal lavoro svolto da SUSE per il progetto OSBA OOXML improvement project che è stato reso disponibile secondo la licenza Apache 2.

Per la precisione, sono ora supportate le funzioni del progetto OSBA e alcune aggiuntive:

  • commenti/note collegati a un frammento di testo all'interno di un paragrafo (progetto OSBA)
  • commenti/note collegati a frammenti di testo arbitrari
  • commenti/note collegati a frammenti di testo che presentano parti comuni
  • evidenziazione del frammento a cui si riferisce il commento/nota (progetto OSBA, più alcuni miglioramenti)
  • Importazione/esportazione in formato ODF
    • funzioni di base (progetto OSBA, più alcuni miglioramenti)
    • supporto per nome e iniziali dell'autore dei commenti (progetto OSBA, più alcuni miglioramenti legati allo standard ODF)
  • Importazione OOXML
    • funzioni di base (progetto OSBA)
    • importazione di nome e iniziali dell'autore dei commenti (progetto OSBA, più alcuni miglioramenti)
    • importazione della data dei commenti

Supporto per iAccessible2

OpenOffice 4.1 su Windows integra il supporto per la tecnologia IAccessible2 ed elimina l'obsoleto Java access bridge per l'accessibilità, garantendo così una migliore integrazione con i più comuni software di lettura dello schermo, quali JAWS e NVDA. Questa funzionalità si attiva automaticamente quando è in esecuzione un software di lettura dello schermo compatibile con MSAA/IA2. Sono stati realizzati anche numerosi miglioramenti in ambito di accessibilità in Writer, Impress e Calc.  OpenOffice 4.1, rispetto alle precedenti versioni, offre un'esperienza utente radicalmente migliorata per gli utenti Windows con difficoltà visive.

Miglioramenti

Modifica diretta dei campi di controllo

E' stata migliorata l'usabilità della procedura per modificare i campi di controllo in Writer.

L'utente può ora modificare il contenuto di un campo di controllo direttamente nell'area di testo del documento, senza dover utilizzare finestre aggiuntive. Quando l'utente si sta spostando con il cursore all'interno di un campo di controllo riceve una notifica grafica al momento dell'ingresso o dall'uscita dal campo. Una cornice rettangolare viene disegnata intorno al campo di controllo quando il cursore è dentro di esso, come illustrato dalle figure seguenti (dove il cursore è rispettivamente appena prima e dentro un campo di controllo).


Quando il cursore è dentro un campo di controllo l'utente può spostarsi al campo di controllo successivo o precedente utilizzando rispettivamente TAB o SHIFT, come già accade per la navigazione tra celle all'interno di una tabella. Per inserire esplicitamente il tasto TAB all'interno di un campo di controllo, usare CTRL-TAB.

Nei documenti di sola lettura l'utente può comunque modificare i campi di controllo e muoversi tra di essi; anche le ombreggiature dei campi sono attivate.

I campi di controllo ammettono solo testo semplice, senza formattazione, come già succedeva nelle versioni precedenti di OpenOffice; le funzionalità di formattazione vengono quindi opportunamente limitate.

Per ulteriori dettagli vedere le specifiche, in inglese, sul wiki del progetto: In-place editing of Input Fields

Ritaglio interattivo delle immagini

La funzionalità di ritaglio interattivo delle immagini e degli oggetti grafici selezionati in Draw/Impress permette di ritagliare in maniera intuitiva gli oggetti grafici. Tuttavia funzionava perfettamente solo quando l'oggetto non era stato trasformato (ad eccezione di spostamenti e ridimensionamenti). OpenOffice 4.0 permetteva già di visualizzare in anteprima la parte ritagliata; OpenOffice 4.1 aggiunge il supporto per tutte le possibili trasformazioni grafiche dell'oggetto: se un oggetto grafico è ruotato, deformato, ribaltato, può comunque essere ritagliato senza problemi, e il risultato sarà corretto in tutte le possibili combinazioni di trasformazioni, di formati immagine (grafica raster, vettoriale, metafile, SVG...) e formati di esportazione (Stampa, esportazione PDF...).

L'esempio mostra un'immagine, che è stata ruotata e deformata, a cui viene applicato il ritaglio interattivo, per mostrare solo la parte che contiene la cartina.

Inserimento di immagini da file e tramite Drag&Drop

L'inserimento di immagini da File e tramite Drag&Drop è stato migliorato e uniformato per tutte le situazioni e tutte le applicazioni disponibili in OpenOffice 4.1. Lo scopo principale era quello di rendere più semplice il riutilizzo di documenti esistenti quando si desiderava solo sostituire un'immagine mantenendo inalterate le altre caratteristiche, come la dimensione o la posizione. Ad esempio, è ora possibile duplicare una diapositiva e sostituire direttamente un'immagine senza dovere correggere a mano posizione o dimensione, e la stessa cosa è possibile in Writer se si copiano pagine o brani di testo contenenti immagini.

Le seguenti azioni ora funzionano allo stesso modo in tutte le applicazioni di OpenOffice 4.1:

Quando si usa Inserisci - Immagine - Da File:

  • Se nessun oggetto grafico era selezionato, ne viene creato uno nuovo nella posizione del cursore, come sempre
  • Se era selezionato un oggetto grafico, il suo contenuto viene sostituito ma vengono mantenute la stessa posizione e dimensione
  • Se era selezionato un oggetto di disegno, il nuovo contenuto grafico viene usato come stile di riempimento per quell'oggetto
  • Se si seleziona l'attributo 'Collegamento' nel dialogo, nei primi due casi viene creato un oggetto grafico con collegamento

Quando si usa il Drag&Drop:

  • Se non c'è alcun oggetto grafico nel punto di inserimento, ne viene creato uno nuovo nella posizione del cursore, come sempre
  • Se c'è un oggetto grafico nel punto di inserimento, il suo contenuto viene sostituito ma vengono mantenute la stessa posizione e dimensione
  • Se c'è un oggetto di disegno nel punto di inserimento, il nuovo contenuto grafico viene usato come stile di riempimento per quell'oggetto
  • Premere CTRL+SHIFT crea un oggetto grafico con collegamento nei primi due casi

Tutto questo sviluppo è nato da una semplice richiesta da parte di un utente affinché fosse resa più facile la gestione degli oggetti grafici quando si sostituiva un oggetto esistente. Grazie per avere richiesto questo miglioramento nel Bugzilla di OpenOffice!

Migliori prestazioni nel caricamento/importazione dei grafici 3D

Le versioni precedenti presentavano un problema di prestazioni quando documenti con grafici 3D di grosse dimensioni venivano caricati (formato nativo) o importati (altri formati). La causa era la creazione di un'enorme quantità di oggetti 3D per la visualizzazione dei grafici. Questo aspetto è stato migliorato. Ad esempio, un documento di prova in formato non nativo, con un enorme grafico contenente 100x100x5 barre verticali 3D, non veniva nemmeno importato. Ora può essere caricato in pochi secondi, e si presenta così:

Questo miglioramento permette di lavorare in OpenOffice 4.1 con grafici 3D molto più grandi.

Migliore qualità delle immagini nelle elaborazioni grafiche su oggetti vettoriali

Durante la modifica e l'applicazione di filtri agli oggetti grafici, i cambiamenti venivano spesso eseguiti trasformando internamente la grafica vettoriale (SVG o metafile) in una sua rappresentazione bitmap. Ciò vanifica i vantaggi della rappresentazione vettoriale e spesso comporta una scarsa qualità in fase di stampa o esportazione in PDF. Inoltre questo modo di gestire gli oggetti grafici era diverso in Writer rispetto ad altre applicazioni della suite OpenOffice. Si è provveduto ad unificare internamente questo aspetto, in modo che l'utilizzo di dati di tipo vettoriale all'interno degli oggetti grafici risulti migliorato sia riguardo al problema in questione che in futuro.

Questa miglioria riguarda molte, ma non ancora tutte, le possibilità di modifica degli oggetti grafici offerte da OpenOffice. La grafica vettoriale rimarrà intatta durante l'applicazione delle seguenti elaborazioni:

  • Scala di grigi
  • Bianco e nero
  • Watermark
  • Trasparenza (aggiuntiva, da 0% a 100%)
  • Modifiche ai canali rosso/verde/blu (da -100% a 100%)
  • Luminosità (da -100% a 100%)
  • Contrasto (da -100% a 100%)
  • Correzione di gamma (da 0.10 a 10)

Ciò vale anche per qualunque combinazione delle suddette elaborazioni. Questo miglioramento è già visibile nella normale finestra di modifica del documento, ma lo scopo principale è incrementare la qualità in fase di stampa e di esportazione in PDF (e in altri formati che supportano dati vettoriali) quando si lavora con contenuti grafici di tipo vettoriale. Ecco un esempio, preso direttamente nella finestra di modifica del documento (a sinistra: OpenOffice 4.0.1, a destra: OpenOffice 4.1). E' la stessa immagine SVG convertita in scala di grigi:

Conservazione dei dati grafici originali ovunque sia possibile

Le precedenti versioni di OpenOffice potevano modificare il tipo di dati grafici inseriti in un documento. Ad esempio, i file JPEG inseriti venivano salvati in alcuni casi come PNG all'interno dei file ODF. Questo comportamento non era poi omogeneo tra le diverse applicazioni di OpenOffice, che internamente gestivano la cosa in modi differenti. Ora OpenOffice 4.1 tratta le immagini allo stesso modo in tutte le applicazioni della suite, cercando di mantenere i dati originali quando possibile. Ciò porta vantaggi sia per quanto riguarda la dimensione dei file ODF che la qualità delle immagini. Si potevano verificare ad esempio casi in cui file JPEG venivano ricodificati di nuovo nel formato JPEG, il che non migliora in nessun caso la qualità dell'immagine, ma anzi ha la possibilità di ridurla.

Questo miglioramento funziona per grafica di tipo bitmap nei formati BMP, JPEG, PNG e GIF. Si applica anche alla grafica di tipo vettoriale, come nei formati SVG e Metafile.

Migliore gestione delle immagini copiate negli appunti

Lo scambio di PNG attraverso gli appunti (copia e incolla) è ulteriormente migliorato. In questo modo i cicli di modifica della grafica di tipo bitmap (ad esempio copiare un contenuto grafico in un'applicazione esterna, modificarlo e ricopiarlo in OpenOffice 4.1) funzioneranno meglio con una maggior varietà di programmi di elaborazione grafica esterni. Un più ampio supporto al formato PNG significa inoltre che la trasparenza negli oggetti grafici di tipo bitmap verrà preservata in un maggior numero di situazioni. Sapevate che potete copiare qualunque oggetto grafico da OpenOffice 4.1 negli appunti, incollarlo in un editor di immagini esterno per poi modificarlo e copiare il risultato nel documento di partenza in OpenOffice?

Sostituzione di Seamonkey con NSS ("Network Security Services" - Servizi di sicurezza di rete)

Molto codice obsoleto proveniente da Mozilla, che era finora utilizzato per includere servizi di crittografia e fornire accesso alla rubrica, è stato rimpiazzato con le più moderne e sicure librerie NSS. Questa modifica semplifica enormemente il processo di compilazione e la manutenzione del codice sorgente, ed è in generale trasparente per gli utenti.

Gli utenti finali sono interessati nei seguenti casi:

  • In Windows XP, la Rubrica di Windows non può essere utilizzata come database in OpenOffice; questo era già impossibile in tutte le versioni di Windows più recenti (Windows Vista, Windows 7 e Windows 8).
  • Gli utenti di Thunderbird non troveranno supporto diretto alla rubrica di Thunderbird nella creazione guidata rubrica di OpenOffice, ma il supporto di OpenOffice per il formato CSV può essere utilizzato per sopperire a questa mancanza. Gli utenti possono usare la funzionalità di Thunderbird di esportazione della rubrica come testo separato da virgole (Strumenti->Esporta->Come CSV).
  • Ora l'accesso LDAP autenticato non è supportato (mancava già il supporto all'accesso non autenticato).

Funzionalità rimosse

Bug sistemati

I bug sistemati in questa versione sono elencati su http://s.apache.org/AOO410-solved

Supporto linguistico, traduzioni e dizionari

Nuove traduzioni disponibili in Apache OpenOffice 4.1:

Bulgarian (bg)

Danish (da)Hindi (hi)

Hebrew (he)

Norwegian Bokmal (nb)Thai (th)

Traduzioni aggiornate in Apache OpenOffice 4.1:

Basque (eu)

Dutch (nl)

German (de)
 Lithuanian (lt)Portuguese (pt)Serbian (sr)
Spanish (es)Turkish (tr) 

Per un elenco completo delle lingue e dei language pack disponibili vedere:

http://www.openoffice.org/download/other.html

Dizionari nuovi e aggiornati

Nuovi dizionari

Lithuanian (lt)

Dizionari aggiornati

English (en)

Nota: L'estensione contiene diverse varianti, solo en-GB è stato aggiornato.

Problemi noti

  • Apache OpenOffice 4.1.0 sarà segnalato dal nuovo Gatewatcher in OS X Mountain Lion e Maverick. Si tratta di una nuova funzionalità che contribuisce alla protezione da malware nei sistemi Mac. Presso il link indicato di seguito è indicata una procedura per far funzionare le applicazioni non installate dal Mac app store. Leggere l'articolo su http://support.apple.com/kb/HT5290.
  • Apache OpenOffice 4.1.0 supporta Java 7, che è la configurazione consigliata; ma (specialmente su Windows a 64-bit) si potrebbero ricevere notifiche che avvertono che la versione di Java è difettosa. In questo caso, basta scaricare e installare il Microsoft Visual C++ 2010 Redistributable Package. In caso di ulteriori problemi, installare il più recente JRE 6. Scaricare il file "Windows x86 Offline (32-bit)". Poi riconfigure OpenOffice per utilizzarlo tramite Strumenti- Opzioni- OpenOffice.org - Java. Per ulteriori informazioni, vedere http://user.services.openoffice.org/en/forum/viewtopic.php?f=15&t=54974.
  • Apache OpenOffice 4.1.0 per Mac OS X è un'applicazione a 64 bit. Il requisito minimo di sistema per Apache OpenOffice 4.1.0 è quindi Mac OS X 10.7 o successivo. Inoltre, se erano state installate estensioni a 32 bit scritte in C++ sulle versioni precedenti di OpenOffice per Mac OS X, queste estensioni appariranno disattivate. E' necessario scaricarle nuovamente in versione a 64 bit se disponibili.

Tenetevi aggiornati su Apache OpenOffice

Iscrivetevi alla mailing list di annunci in inglese su OpenOffice per rimanere aggiornati con le principali novità. Basta inviare un messaggio a announce-subscribe@openoffice.apache.org e rispondere alla richiesta di conferma che riceverete. Per iscrivervi alle mailing list in italiano vedete http://www.openoffice.org/it/supporto

Potete seguire il progetto su Twitter, Facebook e Google+.

  • No labels